Playout: Briganti Napoli sconfitti a Roma dai Marines

Senza americano, e con un roster ridotto al minimo, il team partenopeo prova in tutti i modi a vincere una partita decisa da episodi e da qualche fumble di troppo…

briganti vs marinesL’incontro parte decisamente in salita per i Briganti, poiché i Marines segnano al primo quarto grazie ad un “pick six” di Saia, che intercetta un lancio di Ciotola, schierato quarterback in sostituzione di Palazzolo, e porta la palla nella end zone avversaria. La trasformazione da due punti di Latini porta dunque il punteggio sull’8-0. Nonostante il brutto inizio le due formazioni in campo si equivalgono e i Briganti tengono testa agli avversari. Il termine del secondo quarto sembra essere il momento giusto per la formazione partenopea, autrice di un lungo drive offensivo che porta i napoletani vicinissimi alla goal line. Tuttavia, un fumble di Ciotola sulla 1 yard avversaria impedisce ai Briganti di pareggiare i conti.

Il secondo tempo inizia praticamente allo stesso modo del primo: dopo poco tempo i Marines riescono a sfruttare un errore decisivo della difesa campana e a segnare grazie ad una corsa di Fabrizio, che percorre con successo le 25 yard che lo separano dal touchdown. Il punteggio si porta sul 14-0 ma i Briganti non si arrendono e ci riprovano ancora una volta in attacco, arrivando nuovamente sulla goal line avversaria grazie alla propria tenacia. Stavolta, però, è il full back Würmseher a commettere fumble, ricoperto ancora dagli avversari. I Marines tornano in possesso del pallone e cercano di addormentare la partita, riuscendoci in pieno. Il gioco di corse dei laziali fa trascorrere il tempo, ma alla fine è un lancio di Bacaro su Hopper a siglare il definitivo 20-0 sul quale poi si chiuderanno le ostilità.

Missione non compiuta, dunque, per i Briganti, che non riescono a centrare la vittoria in questi playout. Un risultato che lascia l’amaro in bocca per il modo in cui è maturato, con due fumble dell’attacco a pochi passi dalla end zone avversaria. I Marines hanno vinto infatti approfittando nel modo migliore dei troppi errori della compagine partenopea. Nonostante questo una buona prestazione da parte del gruppo napoletano, in grado di mettere su una buona prestazione e dimostrare a tratti anche un buon football nonostante i molti infortuni e le gravi assenze. Si ricomincerà l’anno prossimo, ripartendo da quanto appreso in questo campionato di permanenza in prima divisione che tutto sommato costituisce una buona esperienza per i Briganti e per tutti i giocatori.

Lorenzo Pierleoni Ufficio Stampa Briganti Napoli – Foto G. Proietto

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 2014, football, IFL, News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...