I Barbari chiudono a testa alta

La formazione di Roma Nord non passa a Rivoli, 7-0 ma vende cara la pelle contro i Blacks. Si esce di scena a testa alta e dopo una stagione incredibile.

blacksbarbariUna partita difficilissima, un divario considerevole mettendo a confronto i due roster di giocatori con Blacks presenti in 43 unità ed i Barbari con 30 uomini a disposizione; trasferta lunghissima per i romani e l’assenza tra le proprie fila di una pedina fondamentale come il runner Alessandro Di Giorgio ha inciso molto, ma ottima la prestazione di chi ha ricoperto quel ruolo come Andrea Paparelli che ha dato il cuore sul terreno di gioco.
Si giocano i quarti di playoff e non ci si sofferma a leccarsi le ferite e i Barbari scendono i campo – cosi come i Blacks – per giocarsi una “finale”, una partita che veramente ha visto le due franchigie giocare un football maschio con difese che da ambo i lati hanno praticamente dettato legge per tre quarti dell’incontro. Ha vinto chi ha resistito più a lungo, chi è riuscito ad approfittare dell’errore dell’avversario e alla fine applausi per tutti, perché queste due squadre hanno veramente dato l’anima per portare a casa un successo, finito nelle mani dei Blacks Rivoli che adesso, dovranno vedersela contro gli Elephants Catania in semifinale.
I Barbari, quattro volte campioni Lenaf, escono dal campo a testa alta e tra gli applausi del pubblico presente; hanno lottato fino alla fine rendendosi protagonisti di drive lunghissimi e numerosi tentativi di avvicinamento alla end zone, ma hanno trovato davanti una formazione davvero preparata e quindi onore e merito ai Blacks, ma in casa Barbari c’è la consapevolezza di aver disputato una stagione vincente, comunque e in ogni caso.
Questo incontro era il meno scontato – in quanto a risultato finale – di tutti i quarti di playoff e la dimostrazione si è avuta sin dai primi minuti di gioco.

I padroni di casa al primo posseso del match riescono subito a centrare un primo down con Amelotti, ma una successiva holding li rimanda sulle proprie 17 yards fino ad arrivare al punt. L’azione nel ribaltamento di fronte cambia solo i protagonisti con Paparelli e D’Ottavi, capaci di prendere in mano le sorti della propria squadra ma si va al punt. I Blacks tornati in campo con la propria offense dalle proprie 35 yards corrono con Zucco ma Costantini lo ferma due volte e poi ci pensa Amato, in attesa del doppio intervento difensivo di Pace e Gaetani. La difesa dei Barbari è quasi perfetta e a chiudere in bellezza il drive dei padroni di casa, ci pensa al terzo down un preciso Durante che mette a segno il sack su Giachino.
Inizia il secondo quarto e sul punt i Barbari ripartono dalle proprie 5 yards complice una flag per push in the back.
Due azioni e Paparelli conquista due primi down su corsa e ospiti sulle proprie 30 yards. Si arriva al quarto down e punt di D’Ottavi che calcia il pallone sulle 9 yards dei Blacks a 4’04”. La difesa dei romani è compatta e Martorana non riesce a guadagnare yards di avanzamento con Pace e Costantini che lo bloccano sulle 14 yards. Ma sul terzo tentativo arriva la ricezione di Zucco per il primo down. Ad 1’57 dall’intervallo ancora Costantini questa volta insieme a Pistacchio, fermano Martorana sulla metà campo. I Blacks avanzano lentamente sino alle 29yards ospiti e Pistacchio trova l’intercetto sul pass di Giachino a 55”. Si riparte con le corse di Paparelli, un primo down preso e poi D’Ottavi non trova il pass su Matteo Passerini, ma i due si rifanno subito dopo a 7” dalla fine, ma non c’è piu tempo e si va negli spogliatoi.

La pioggia inizia a rendersi protagonista dell’incontro e si torna in campo con una difficoltà in piu. Sul kick off dei Blacks sono i Barbari a ripartire e Paparelli trova la corsa da 40 yards per un primo down e ferma l’ovale sulle 39 yards dei torinesi. Si alternano in rush un caparbio Paparelli e D’Ottavi e sul quarto tentativo ancora Paparelli a colpire la difesa piemontese e primo down sulle 27 yards. Un drive lunghissimo per i romani che non riescono però a trovare la via della end zone e riconsegnano il possesso ai Blacks a 3’31” sulle 30 yards.
L’attacco dei Blacks non ha vita facile e Durante, Schollmeier, Amato, Costantini e Gaetani riescono a costringere gli avversari al punt tornando in possesso di palla con Paparelli.
Si entra nell’ultimo quarto con un time out tecnico per dar modo ai padroni di casa di ripristinare le linee perimetrali del campo di gioco cancellate dalla pioggia e si riprende con un terzo e sei da giocare per i bianconeri sulle proprie 12 yards. D’Ottavi prova a passare la linea di difesa ma nulla da fare e si va al punt. I Blacks iniziano a spingere e trovano con Martorana un primo down sulle 25 yards degli ospiti. Qualche errore nella difesa dei Barbari e Amelotti viene fermato in extremis sulle 10 yards da Tognoli. A 6’41 dalla fine, l’attacco incappa in una flag ed è costretto a perdere yards, ma Casciello da la carica ai suoi e si riporta sulle 28 yards ospiti. Ci prova nuovamente Zucco e stavolta Amato è pronto al placcaggio nel terzo down. Niente punt per i Blacks che vanno al pass e trovano le mani di Amelotti (#85) in end zone ma touchdown annullato per giocatore non elegibile. Ancora un pass ma stavolta è bravo D’Ottavi, schierato anche in difesa, a deflettare un pass pericolosissimo e si chiude il quarto down con possesso palla ai Barbari. La difesa dei Blacks non concede spazi e solo un primo down preso con Paparelli ma il drive si chiude con un pass incompleto su Matteo Passerini a 3’32”.
I Blacks iniziano ad essere più incisivi: prima la corsa di Alessandro Brena fermato da Durante, poi una doppia finta prende di sorpresa la linea romana e Brena guadagna ancora yards a meno di due minuti dalla fine e arriva il touchdown di Zucco che prende di sorpresa tutti e l’addizionale di Castagneri sigla il definitivo vantaggio Blacks per 7-0.
A 54” dalla fine i Barbari si rendono artefici di un vero assalto, cercando in tutti i modi di arrivare al pareggio: ci prova Paparelli, mai domo e provato in volto dalla stanchezza, a prendere due primi down. Arrivano blocchi perfetti dall’attacco romano e Paparelli trova un varco perfetto ma viene fermato da Carlucci a 46” sulle 41 yards dei capitolini. E’ D’Ottavi che prova a lanciare e stavolta su Tommaso Passerini, qualche yards guadagnata ma i due non riescono a ripetersi subito dopo e la partita inizia ad emozionare ancor più il pubblico presente.
Si prova la giocata a sorpresa con la finta di corsa di D’Ottavi ed il lancio di Paparelli per Passerini ma niente da fare.  E’ il quarto down ed una manciata di secondi da giocare ed i Barbari non mollano: ci prova D’Ottavi e ci riesce egregiamente con una corsa sino alle 30 yards torinesi e un primo e dieci da giocare.
Ma arriva un sack inaspettato di Blandino che fa perdere ulteriori yards ai romani. La partita sembrerebbe chiusa quando restano solo 4” alla fine. E cosi è, perché gli ultimi due tentativi di pass direttamente in end zone dei Barbari non vanno a buon fine ed i Blacks festeggiano la conquista della semifinale.

Una partita entusiasmante soprattutto negli ultimi due quarti di gioco e due squadre che veramente hanno giocato un ottimo football degno di una finale.  I Barbari, plurititolati Lenaf, escono a testa alta e tra gli applausi del pubblico consapevoli di aver giocato dal primo all’ultimo minuto cercando la vittoria. Una stagione che resta comunque positiva per i romani con l’obiettivo playoff raggiunto – come da sempre ormai – ed essere riusciti a far giocare alcuni ragazzi che mai prima d’ora avevano calcato un campo da football, a dimostrazione che coach Schollmeier, ha capacità notevoli per far crescere un ragazzo e trasformarlo in un giocatore di football universale . Resta il rammarico di aver perso Di Giorgio prima di un appuntamento importante, ma Paparelli ha dimostrato ancora una volta di essere un giocatore duttile, in grado di giocare anche in triplo ruolo. Onore ai Blacks e ai Barbari che stanno già pensando alla prossima stagione.

Walter Cherubini © Ufficio Stampa Roma Nord Barbari 1999 – foto: Paola Sacchi

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 2014, football, LENAF, News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...