Seconda Divisione, oggi le finali di conference

lenafIl Campionato di Seconda Divisione è in dirittura di arrivo. Da questi quattro roster, giunti alle Semifinali, usciranno le due finaliste che si sfideranno per il titolo di Campioni LeNAF 2014.

Bissano la stagione scorsa i Grizzlies Roma e gli Elephants Catania. I Blacks erano arrivati ai Quarti, nel 2012. Ecco il dettaglio delle due partite.

I Blacks Rivoli affrontano gli Elephants Catania. E’ tutta la stagione che lo ripetiamo: B Factor! Il fattore Brena. Questa famiglia che rappresenta la società, l’organigramma e lo staff tecnico. Un clan efficace e compatto. E abbiamo sottolineato, settimana dopo settimana, il “cinismo” e la cattiveria di una franchigia che segnava poco, ma subiva ancora meno. Che portava a casa partite risicatissime. Anche di soli 3 punti. Di 5 punti. E ogni volta, ribadivamo: non è segno di fortuna o di debolezza. Ma di carisma e di forza. Ogni squadra è strutturata attorno a determinate caratteristiche. E 8 partite non si vincono così. Può prevalere la fortuna in una partita. In due. Ma non 8 volte. E, poi, stavolta a cadere sotto i colpi del toro piemontese sono stati i Barbari Roma Nord, mica gli ultimi arrivati. E se si lasciano a secco i 4 volte Campioni di LeNAF, vuol dire che non ci si è improvvisati. E’ bastato un solo TD per vincere, impedendo ai capitolini di segnare. Ma mica è cosa da tutti. 135 punti realizzati per i torinesi e 121 quelli subiti.
Gli Elephants sono invece una conferma. Già l’anno scorso avevano raggiunto questo obiettivo. Finendo però la loro corsa alle semifinali contro i futuri Campioni Grizzlies. Anche per il roster siciliano 8 vittorie e 1 sola sconfitta. 232 punti all’attivo. 128 quelli incassati. Cifre strepitose per una squadra che fa della potenza fisica una caratteristica principale. Un team che ha lavorato bene. Partendo dalla scorsa, entusiasmante stagione. Del resto, parliamo dei vice-Campioni IFL 2012. Nei Quarti, gli etnei hanno battuto i sorprendenti Saints Padova per 26-14. E’ ancora una volta la sfida tra l’attacco possente, da un lato e la difesa invalicabile dall’altro. Si deciderà tutto nell’arco di una partita. I calcoli statistici lasciano il tempo che trovano. Non ci sono “favorite” in partenza. Chi è arrivato fin qui, ci ha messo la stessa identica grinta, determinazione, spirito di sacrificio e forza di volontà.
Entrambe le squadre possono comunque essere soddisfatte: i Blacks si sono migliorati e gli Elephants si sono quantomeno riconfermati.

Incandescente la seconda semifinale, tra Hogs Reggio Emilia e Grizzlies Roma. Alla prima stagione in LeNAF, giunti dalla serie maggiore gli Hogs hanno dimostrato di non avere complessi di superiorità dovuti alla lunga militanza nella IFL. Unico intoppo, la sconfitta fragorosa d’esordio. Ma, da allora, una vittoria dietro l’altra: 8, in totale. 249 punti segnati, 119 quelli subiti. Nei Quarti i reggiani si sono trovati di fronte i Cardinals Palermo. E parliamo di una squadra spettacolare, divertente, grintosa. Una signora squadra. Che ha combattuto sino all’ultimo con onore. Ma il divario è stato non indifferente: 48-24 per gli emiliani. Dei vice-Campioni d’Italia cosa si può dire che non sia già stato detto? Già finalisti nel 2012. Praticamente, nelle ultime due stagioni, sono sempre arrivati a questo traguardo. E oltre. Nei Quarti hanno battuto per la seconda volta gli Angels Pesaro, che avevano già sconfitto nella settimana degli incontri di recupero. 261 punti, il bottino della offense capitolina. La migliore del torneo, fino ad ora. E non solo: con gli appena 79 i punti subiti, i Grizzlies possono vantare anche la difesa meno perforata. Anche se rispetto agli altri tre roster giunti alle semifinali hanno una sconfitta in più: 2 in 9 partite. Ma a fronte del coefficiente punti dei laziali è veramente un’inezia. E’ difficile fare una previsione.
Gli Hogs si sono rivelati una schiacciasassi..ma i Grizzlies sono il blasone della LeNAF. E poi attaccano e difendono come nessuno. E dire che è stata anche una stagione un po’ difficile vista la consistenza del girone, con Guelfi e Barbari. Un girone che si è combattuto fino all’ultima giornata, nell’incertezza più assoluta. Ma la matematica non lascia spazio ai dubbi: quando attaccano gli Orsi graffiano e fanno molto ma molto male. E dietro, superare le loro defense è impresa ardua. Sono tre anni che i romani viaggiano a questi livelli. Ma non sottovalutiamo gli emiliani. Assolutamente! Hanno saputo evitare il dramma per la sconfitta iniziale. E mettendosi con umiltà, a testa bassa, a lavorare duramente i risultati sul campo si sono visti. Ogni settimana. E difatti hanno comunque ampiamente dominato tutti gli incontri. Lunedì, dunque, sapremo quali saranno le due finaliste di questo entusiasmante Campionato. Come d’obbligo, però, applausi per tutti. Anche per chi è uscito sconfitto sul campo

ufficio stampa lenaf

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 2014, football, LENAF, News e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...