Grizzlies, (molto) buona la prima

La sfida contro i Crusaders Cagliari vista dal team romano


Ottima prima uscita per gli “orsetti” di coach Giannelli che, sul sintetico del Terramaini, regolano i padroni di casa con un sonoro 48-0. Tanti gli esordienti, come da tradizione, ma tanti anche i campioni d’Italia di II Divisione costretti agli straordinari oppure impegnati in un ruolo non abituale come nel caso del FB Cunningham, spostato a Centro, e del LB Cardarelli costretto, per l’espulsione dello stesso Cunningham ad inizio terzo quarto, a giocare in linea di attacco con Arcioni spostato a Centro ed impegnato in doppio ruolo per l’intero match.

Parte bene la difesa dei Grizzlies che costringe subito i padroni di casa al punt; sul cambio di possesso l’ottima ricezione dell’esordiente Toraldo, su lancio di Richard, porta gli ospiti a sole 11 yards dalla goal line, da dove vanno a segno con una corsa di un altro esordiente, l’under 16 Carbone, ma si vedono annullare il TD per un errore nell’allineamento; nell’azione successiva è il crociato Demuro ad intercettare palla permettendo al proprio attacco di rientrare in campo. Ma la difesa capitolina restituisce immediatamente il favore ricoprendo un fumble, con Fraternale, e permettendo così al proprio attacco di ripartire, complice un fallo degli isolani, a sole 9 yards dalla goal line dei padroni di casa; la difesa crociata dapprima riesce a fermare una corsa di Arca, a poche inches dalla goal line, nulla può, poi, contro la corsa di Crocco che apre le marcature portando, con la successiva trasformazione da 2 su corsa dello stesso Crocco, lo score sullo 0-8 con il quale si chiude il primo quarto. Ad inizio secondo quarto Grizzlies ancora a segno con una corsa centrale di Crocco che letteralmente “scompare”, fra compagni ed avversari, per poi riapparire nella end zone avversaria 23 yards più avanti; l’extra point su azione questa volta non va a segno lasciando il parziale sul 14-0 per i capitolini. A circa due minuti dalla fine del quarto Grizzlies ancora pericolosamente vicini alla end zone degli isolani grazie ad una ricezione del TE Dina, esordiente impiegato anche come Linebacker, che porta i suoi a sole 12 yards dalla goal line; ma un paio di falli allontanano i capitolini dalla meta avversaria portando le squadre al riposo su risultato inalterato.

Al rientro dagli spogliatoi di nuovo Crocco, su irresistibile ritorno di kickoff, ma un fallo di targeting di Cunningham sul crociato Sanna, oltre a vanificare la bella azione del compagno di squadra ed a costagli una giusta espulsione, fa temere il peggio per il giovane cagliaritano rimasto a terra in stato di semincoscenza: verificata la “concussion” il giovane viene tenuto sotto osservazione dal medico e dal personale sanitario presenti sul campo, fino a scongiurare complicazioni e permettendogli, infine, di raggiungere i propri compagni di squadra sulla sideline.

Nonostante la mancanza del centro titolare l’offense di coach ianniello riesce a conquistare terreno grazie alle corse di Crocco e di Giulio Sciarra, esordiente nel ruolo di runningback e fratello del Piercarlo vicecampione under 18 nel 2012, ma è con un TD pass di 32 yards di Richard per Toraldo che i Grizzlies muovono di nuovo il tabellone portando lo score sullo 0-20 con il quale si entra nell’ultima frazione di gioco. L’inserimento di tutti gli esordienti giunti in terra sarda, fra cui gli under 16 Cipriani e Fortunio, non sembra raffreddare le velleità dei capitolini che vanno ripetutamente a segno dapprima con una ricezione di 15 yards di Dina, trasformata da 2 grazie alla ricezione dello stesso Fortunio in end zone, poi con un’altra irresistibile corsa di Crocco per 18 yards, non trasformata, quindi con l’intercetto riportato in touchdown di Dina che corona l’ottimo esordio con il secondo sigillo personale portando lo score sullo 0-40. Nonostante la mercy rule c’è ancora tempo per assistere a 3 consecutive ricezioni di Tenaglia: la prima, di 9 yards, porta i Grizzlies a sole 8 yards dalla goal line degli isolani, la seconda vale il 7° TD dell’incontro, la terza, sulla trasformazione, porta infine il risultato sullo 0-48 con il quale si chiude l’incontro.

Sono molti gli elementi positivi che, per il coaching staff capitolino, emergono da questa prima trasferta in terra sarda: dalla sicurezza che offrono i “veterani” alla affidabilità delle nuove leve, per non parlare delle numerose nuove leve, rimaste a Roma, pronte ad infoltire ulteriormente i ranghi in vista dei prossimi impegni; d’altro canto la scarsità di uomini di linea e l’eventualità di una squalifica ai danni di Cunningham non lasciano certo dormire sonni tranquilli in vista del prossimo proibitivo incontro con i Marines nel primo dei derby che, probabilmente, decideranno la testa del girone. I laziali, ancora a riposo in virtù dello spostamento dell’incontro chiesto dalla Legio XIII, vorranno sicuramente riscattare le tre sconfitte subito lo scorso anno ai danni dei Grizzlies e l’incontro, come consuetudine, promette scintille sul campo e spettacolo dalle tribune del nuovo campo da gioco dei Lazio Marines.

Appuntamento, dunque, domenica 12 ottobre presso il G.S Polizia Municipale a Roma, Lungotevere Dante 311, kickoff ore 15:00.

Ufficio Stampa Grizzlies Roma

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 2014, football, News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...