Grizzlies dominati dai Predatori

grizzliesPartita senza storia, per i Grizzlies, quella giocata sabato sera contro i Padroni di casa Predatori Golfo del Tigullio: i liguri, dimostratisi nettamente superiori sia dal punto vista fisico che dell’organizzazione di gioco, hanno avuto partita facile contro questi Grizzlies rifilando loro un sonoro 40-0 che non ammette repliche.

La trasferta non era iniziata bene per i capitolini: nonostante il recupero all’ultimo minuto di un giocatore importante come Cunningham e l’entusiasmo a cui si era assistito nel corso degli ultimi allenamenti lasciassero ben sperare, gli orsi erano costretti a rinunciare al proprio offensive coordinator Diego Ianniello per inderogabili impegni di lavoro costringendo coach Sciortino, promosso sul campo dal medesimo ruolo ricoperto nella under 16, a fare gli straordinari studiando il playbook durante il viaggio.
L’incontro inizia con il primo possesso a favore dei padroni di casa i quali, dopo un lungo drive impostato sulle corse di Bisso e Ferrari, falliscono un quarto tentativo a sole 8 yards dalla goal line avversaria. Dall’altra parte gli ospiti riescono ad uscire dalla scomoda situazione con una prima corsa di Sciarra, quindi con lo stesso QB Richard che arriva sulle proprie 27 yards; è poi ancora il regista capitolino a trasformare un gioco di lancio “rotto” in una corsa che porta i suoi sulla linea di metà campo; a questo punto la difesa di casa non si concede altre distrazioni e costringe i capitolini al punt. Partiti dalla linea delle proprie 36, grazie ad un ottimo ritorno di Bisso, i Predatori conducono un nuovo drive offensivo sulla terra arrivando alla prima inversione di campo sulla linea delle 40 avversarie. L’inedita difesa dei capitolini, che vede l’esordio del running back Arca nel ruolo di linebacker, riesce ad evitare big play ma cede progressivamente terreno sino alle proprie 6 yards; questa volta i Predatori finalizzano aprendo le marcature con una corsa di Ferrari che porta lo score, grazie all’extra point di Paoletti, sul 7-0. Il successivo possesso dei Grizzlies trova l’opposizione arcigna della difesa di casa che, dopo un sack di Sanchez Rosario, costringe gli ospiti al punt. Sull’altro fronte è ancora Ferrari, grazie agli ottimi blocchi dei propri compagni di squadra, a seminare scompiglio nella difesa capitolina, ma è infine Grandi a siglare, con una corsa centrale di 1 yard, il secondo touchdown dell’incontro; Paoletti questa volta calcia male ed il risultato si attesta sul 13-0. Il secondo 3&out per i Grizzlies, costretti nel frattempo a rinunciare a Cunningham e Cardarelli impiegati in doppio ruolo e reduci da precedenti infortuni, permette all’offense dei Predatori di mettere a segno il primo big play dell’incontro andando a segno, a circa un minuto dal riposo, con una corsa di 32 yards di Bisso che porta lo score, dopo il secondo errore di Paoletti, sul 19-0, risultato con il quale si va al riposo dopo un altro improduttivo drive della difesa ospite.
Nonostante il tentativo di coach Giannelli di caricare i propri giocatori, sulla sideline dei capitolini si ha netta l’impressione di non disporre del potenziale necessario per un pronto rilancio contro avversari apparsi decisamente superiori: al di là delle perdite subite nel corso del campionato e nella prima metà di gioco dell’incontro, sono le precarie condizioni di alcuni uomini chiave e la mancanza della guida di riferimento per l’attacco, nonostante l’ottimo lavoro di coach Sciortino, a non offrire grandi speranze ai Grizzlies. I ragazzi, però, ci credono e rientrano in campo più che mai decisi a giocarsi il tutto per tutto ma, dopo un primo sensibile guadagno su corse di Crocco ed Arca, un altro sack dei padroni di casa costringe i capitolini al punt. L’offense di casa mette al sicuro l’incontro con i due drive successivi entrambi siglati dalle corse di Ferrari, la prima da 6 e la seconda da 15 yards, e dalle successive trasformazioni di Paoletti che portano lo score, immediatamente dopo l’ultima inversione di campo, sul 33-0. Il tempo restante, oltre ad offrire ai padroni di casa la possibilità di sperimentare qualche gioco aereo e mandare in campo le seconde linee, non mostra nulla di nuovo: i Grizzlies vengono ben controllati dalla difesa dei liguri, mentre questi vanno ancora a segno arrotondando il punteggio, grazie una corsa centrale di 5 yards di Sanchez Rosario e la successiva trasformazione fra i pali, per il 40-0 finale.
Da parte del coaching staff capitolino, nonostante la netta sconfitta, grande è la soddisfazione per la superlativa prova di carattere mostrata dai propri giocatori: grande merito va dato agli orsetti, infatti, per aver lottato con tutte le proprie forze senza mai arrendersi sino al triplice fischio; una menzione particolare va attribuita, inoltre, alla instancabile Ilaria: costretta, dalle precarie situazioni di molti giocatori, ad un estenuante lavoro di preparazione e recupero, la bella fisioterapista romana non ha mai smesso di rassicurare ed incitare i ragazzi dalla sideline uscendo dal campo anch’essa, infine, totalmente stremata.
Grande soddisfazione da parte della dirigenza, infine, per aver portato a termine un campionato più che dignitoso, nonostante l’iniziale decisione di non parteciparvi; un ripensamento che, a parte il risultato finale, ha permesso il coinvolgimento di molti ragazzi nuovi, permettendo loro di entrare a far parte di questo prestigioso team da protagonisti ed aumentando al contempo l’organico a disposizione per il futuro.
Ai Grizzlies non resta ora che chiudere la stagione con la consueta cena di fine anno festeggiando, oltre alla chiusura di una stagione memorabile, il ritorno nella massima serie 28 anni dopo l’ultima apparizione. Nel frattempo la preparazione sul campo della rappresentativa senior, già iniziata ad inizio novembre, vede l’entusiastica partecipazione di numerosi atleti, mentre già si lavora ad una nuova e più efficace programmazione delle attività giovanili che, già dal prossimo anno, possano nuovamente portare gli orsetti a lottare per le posizioni di vertice, nella categoria under 19, e mantenere competitiva la formazione under 16 in vista della partecipazione ad alcuni tornei fivemen in programmazione per i primi mesi del 2015.

ufficio stampa grizzlies roma

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in 2014, football, News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...