I Seamen battono i Marines mai domi e conquistano la finale

Seamen
Per il sesto anno consecutivo i Seamen parteciperanno a una finale di un campionato giovanile. Se non si tratta di un record, potrebbe anche esserlo a livello statistico, poco ci manca per una società che, dalla rifondazione avvenuta nel 2009, ha saputo conquistare quattro titoli nazionali e inanellare un numero impressionante di successi. L’ultimo in ordine cronologico, conquistato con i coriacei Lazio Marines, proietta il team under 19 al Bowl di categoria che avrà luogo a Pero l’11 gennaio, avversari i Warriors Bologna. Come da pronostico l’assalto alla Roma bianco azzurra è stata impresa tutt’altro che semplice.

Ben ordinati in campo e con un running back del calibro di Fassetta a trascinare l’attacco i capitolini hanno tenuto in apprensione i tifosi milanesi fino all’ultimo istante rappresentando l’avversario ideale, sia in termini tecnici che di correttezza, per una semifinale che forse non avrà dato spettacolo, ma ha riservato comunque forti emozioni. Privi della loro punta di diamante, Alessio Cavallini, ancora fuori dai giochi a causa di un fastidioso problema muscolare, i Seamen hanno impiegato due quarti di gioco prima di trovare la via del touchdown con Ismail Lamamra a chiudere una connessione area, da 10 yarde di guadagno, con Lorenzo Cazzamani. Il vantaggio risicato, 6 a 0 all’intervallo, svanisce nella terza frazione quando un errore di troppo restituisce vigore all’avversario cui va ascritto il merito di non allentare mai la presa sul match. Una QB sneak di Biancolella riporta la situazione in parità prima che i padroni di casa, in avvio di quarto periodo, piazzino la doppietta risolutiva con le mete di Niccolò Pulsinelli, trasformazione da due punti a cura di Cazzamani e Simone Cadeddu, quest’ultima a convertire in punti un inopinato, quanto sfortunato fumble dei Marines che consegnano l’ovale a pochi centimetri dalla propria end zone. Tanti gli errori di gioventù compiuti da entrambi gli schieramenti, tanti, al contempo, gli sprazzi di luce che il talento cristallino di molti atleti, da Cadeddu a Fassetta, da Biancolella a Lamamra, hanno regalato in un pomeriggio quasi primaverile. A fissare il punteggio sul definitivo 20 a 12 resta negli occhi lo spettacolare ritorno di kick off di Fassetta, capace di bruciare 97 yarde in pochi secondi e regalare ai suoi sei punti che non valgono la vittoria, ma rendono il giusto omaggio ad una squadra mai doma.

A completare una giornata speciale per la Milano blue navy non poteva mancare la presenza di uno dei DJ più carismatici di Virgin Radio, Andrea Rock, che ha dispensato parole importanti sulla partnership mediatica sottoscritta tra il prestigioso network e il sodalizio milanese. Un bel viatico sulla strada che porta al Bowl di Pero e alla nuova stagione IFL nella quale il legame tra i Seamen e Virgin Radio sarà ancora più stretto per una stagione davvero dal ritmo incalzante.

roberto rizza, ufficio stampa seamen milano – foto: guido gilberti

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in football, News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...