Warriors, torna il football giocato

Con un programma pieno di attività, dal prossimo fine settimana inizia la nuova stagione agonistica dei Warriors.

striscia warriors
Il 2015 si presenta da subito con una grossa novità. Il programma del presidente Maurizio Benassi, presentato prima del passato Natale, si è avverato.
Warriors Bologna e Ravens Imola hanno concentrato gli sforzi per creare una sinergia in grado di organizzare due team divisi ma con tanti elementi di collegamento. Negli ultimi mesi i ragazzi delle due formazioni si sono allenati congiuntamente nel sintetico di San Lazzaro sotto l’egida di un comune coaching staff, tutto marcato WTA.
E’ stato proprio Giorgio Longhi che ha strutturato le sessioni di allenamento e, unitamente ai due Head Coach Mauro Solmi (Warriors) e Dario Gasparri (Ravens) ha disegnato la struttura delle due formazioni.
Come nelle anticipazioni del programma, i giocatori con più esperienza alle spalle sono approdati in bianco/blu con il logo dei Warriors direttamente in IFL, la massima serie italiana, mentre molti tra i più giovani o quelli con minor esperienza, costituiscono l’ossatura dei viola/oro dei Ravens Imola nel campionato CIF9 di terza categoria.
Quindi sarà ancora più verde l’età media dei ragazzi sul terreno. Partiti alcuni dei giocatori “storici” dei Warriors, Longhi and Company si sono trovati di fronte molti ragazzi provenienti dal settore under 19 ed altri interessanti giovani alcuni dei quali già di interesse nazionale. Un nutrito mix che vedrà due formazioni lottare a denti stretti contro tutti con un entusiasmo generato dall’età e dalla voglia di far parte integrante di questo programma sportivo.

I Warriors inizieranno domenica 8 marzo in trasferta a Ferrara contro i rinforzatissimi estensi delle Aquile Ferrara. Sarà l’occasione per vedere i primi risultati del lavoro invernale e se il rinnovo della scelta Allblue dei Warriors (tutti ragazzi italiani senza americani sul terreno), così come lo scorso anno potrà risultare vincente anche per il 2015.
Nel team saranno presenti anche gli uomini di punta della formazione che un paio di mesi fa ha raggiunto la finalissima del campionato italiano under 19, nel quale si sono viste individualità oggi attese nel campionato senior.
Mauro Solmi non si sbilancia; assieme a tutto il suo coaching staff, (Vicinelli, Lodi, Trepiccioni, Ziosi, Brazzi, Argondizzo e il preparatore atletico Cevenini) ha cercato di dare un’impronta tecnica di rilievo, sempre nell’ottica del sistema legato alla Accademia degli allenatori di football, la WTA. Bisognerà vedere se i giovani guerrieri hanno già assorbito gli insegnamenti, almeno quelli principali che consentiranno, assieme alla determinazione dettata da un entusiasmo giovane, di confrontarsi con team più esperti.
La struttura del nuovo campionato IFL obbligherà i guerrieri ad alcune lunghe trasferte come Napoli, due volte Roma, Ancona e Ferrara, ma questo sarà utile a creare ancora più Team Building tra gli atleti.
L’esordio in casa all’Alfheim Field per i Warriors sarà sabato 14 marzo, sempre rigorosamente alle ore 21, contro Napoli, quei Briganti che batterono i bolognesi nello scorso campionato.

Per i Ravens invece i tempi sono ancora più stretti. Si comincia domenica prossima, 1° marzo, in casa a Imola con un derby contro i Knights di Persiceto alle 14:30 presso il campo Sportivo Bacchilega in via S. D’Acquisto.
L’Head Coah Gasparri, assieme ai suoi assistenti Labarile, Meletti e Cocchi e al presidente della società Mattia Ciarlariello, sempre in campo con casco e spalliera, è stato molto chiaro: il progetto Ravens sarà un laboratorio costantemente in crescita, partita dopo partita con lo scopo di valorizzare giocatori di football americano. L’obiettivo del team, pochi o molti che saranno i giocatori sul terreno, è quello di risultare un brutto scoglio per ogni avversario, una di quelle squadre che pochi vorrebbero incontrare durante la regular season.
I viola-oro romagnoli avranno nel proprio girone, oltre a Persiceto, anche i Wolverines Piacenza, i Vipers Modena e i Thunders Trento.
Anche qui tutto da scoprire, ma la convinzione di giocarsi tutto fino all’ultimo secondo di ogni partita, com’è nella tradizione di uno sport di contatto e di voglia di imporsi sull’avversario, tecnicamente e fisicamente.

Bologna e Imola, uniti nel progetto, divisi sui campi di gioco. Quei 30 chilometri di via Emilia tra le due città, parleranno di football americano fino alla prossima estate, e rappresenteranno, ancora una volta, l’impegno di tanti ragazzi accumunati da una passione sportiva senza pari.

ufficio stampa warriors bologna

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in football, News e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...