Dolphins fermati a Roma dai Marines

dolphins-silot- foto claudio bugatti

Nel big match di domenica a Roma contro i Marines Lazio i GLS Dolphins Ancona escono sconfitti per 58-34, lasciando così i Marines solitari in vetta alla classifica e venendo raggiunti dai Warriors Bologna capaci di espugnare l’altro campo capitolino dei Grizzlies Roma. “Una sconfitta che brucia nel punteggio e nel modo in cui è maturata – il commento di Paolo Belvederesi, general manager della franchigia dorica – Siamo partiti “ad handicap” con le pesanti assenze in difesa di Nic Harris, squalificato proprio per la partita più importante del girone, oltre che di Roman Vikhnin e Mohamed Soltana e con Mattia Dal Monte a mezzo servizio, mentre in attacco non avevamo disponibile Filippo Limitone. Assenze pesanti, cui comunque abbiamo sopperito bene nel primo tempo, giocando punto a punto fino quasi alla fine del secondo quarto sul 22 – 20 per i Marines. Poi gli infortuni di Michele Marchini (sospetta lesione al ginocchio, ndr) e di Mejdi Soltana ci hanno spuntato ulteriormente in attacco e indebolito in difesa, lasciando campo e punti ai laziali. Ora abbiamo due settimane di riposo prima della prossima gara in casa con i Briganti, per serrare i ranghi e poi riprendere il cammino di vittorie. In ogni caso, onore e complimenti ai Marines, che negli ultimi mesi hanno fatto passi da gigante. Li aspettiamo al ritorno ad Ancona, confidando di giocare tutta un’altra partita!
La cronaca vede i Dolphins partire bene e segnare il primo touchdown con Mejdi Soltana su lancio di Zahradka, 7 – 0 con la trasformazione sempre di Soltana. I Marines rispondono bene con un drive in cui riescono anche a chiudere un 3° tentativo e 24 yards, segnando poi con una corsa dell’americano Miller, che aggiunge anche la conversione da 2 punti portando i biancocelesti sul 8-7. Sul kickoff successivo il runningback dorico Ifrain Silot trova una galoppata da 76 yards e riporta i delfini sul 13-8. A questo punto il primo “break” laziale: grazie ad un intercetto di Meneghetti riportato per 70 yards, i laziali segnano due touchdown con Serrini e Cerini, entrambi su lancio che portano il punteggio sul 22 – 13 parziale. Tra le due segnature, un pasticcio sullo special team dorico causato da uno snap errato non permette il calcio di allontanamento con i Marines che sfruttano bene la posizione di campo favorevole. Palla ai Dolphins e Simone Ragnetti sigla il suo touchdown personale ricevendo un lancio di Zahradka, e punteggio sul 22 – 20. Come detto gli infortuni di Marchini e Soltana creano ulteriori grattacapi al coaching staff dorico. Prima dell’intervallo ancora un lancio in touchdown di Dodd per Capra fissa il parziale sul 30 – 20 con cui si va al riposo. Nel terzo quarto botta e risposta con due touchdown per parte (Andrioli e Biancalana entrambi su pass di Dodd per i laziali e Zahradka e Silot su corsa per dorici) avanzano il punteggio sul 46 a 34, prima dell’allungo decisivo dei Marines nel quarto quarto con altri due touchdown pass di Dodd per Andrioli e Capra, entrambi non trasformati per il 58-34 finale.
Ora come detto, due settimane di stop, la prima con la sosta pasquale, la seconda con la pausa per la partita della nazionale Under 19 impegnata a Torino contro la Spagna per le qualificazioni agli Europei di categoria della prossima estate.

ufficio stampa dolphins – foto claudio bugatti

piede di pagina

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in football, News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...