IFL i recap delle due partite di domenica

iflI Seamen ridimensionano i pur bravi Giants, grazie ad una partita giocata al massimo delle proprie potenzialità, specialmente nella prima frazione di gara. In virtù di  questa affermazione, ma in attesa comunque dell’impegno in Campionato dei Panthers in programma la prossima settimana, i Marinai salgono in vetta alla classifica del girone Nord. I Giganti pagano a caro prezzo i loro errori nei momenti chiave del match, ma nonostante questo, le incoraggianti indicazioni scaturite dalla tenace reazione degli altoatesini lascia intendere che i rossoblu resteranno comunque nei piani alti della graduatoria e chiunque aspiri al successo finale dovrà vedersela anche e soprattutto con loro. Il match dello Stadio Europa si mette subito bene per gli ospiti grazie al fumble di Wiliam Petrone, running back dei Giants, che perde la palla a ridosso della sua end zone. La difesa blue navy recupera l’ovale e segna. La reazione dei Giganti non tarda ad arrivare, ma dopo una grande ricezione di Marco Bonacci, il QB Steven Adams è protagonista di un nuovo fumble che consegna il possesso ai Seamen. I ragazzi di Paolo Mutti però non approfittano della ghiotta occasione per allungare il distacco, anche grazie all’intercetto di Paul Morant, che restituisce palla ai suoi. Si rifaranno poco dopo, nel secondo quarto, quando Jonathan Dally pesca in end-zone prima Di Tunisi e poi Santagostino. E’ un 1-2 micidiale che porta i Seamen sul 21 a 0. Tocca a Nicolò Gallina accorciare le distanze, ma appena prima del riposo, gli ospiti colpiscono ancora con un Field goal. 7 a 24 a metà gara. Nel 3° quarto la difesa dei Giants e più reattiva e restituisce puntualmente palla al proprio attacco. Adams trova una grande ricezione in tuffo di Marco Bonacci, portando i suoi sul 14 a 24. Quando sembra però che la rimonta possa concretizzarsi, i Seamen piazzano ancora una zampata vincente con Santagostino, ben imbeccato dal fortissimo e lucido Dally. Finisce così, 14 a 30 per i milanesi. Nei commenti di alcuni protagonisti, le emozioni di oggi in campo: Paolo Mutti, HC Seamen: “Penso che abbiamo vinto meritatamente. I primi due quarti siamo stati perfetti e abbiamo forse sorpreso un po’ i Giants. Poi loro si sono ripresi da grande squadra e noi siamo un po’ calati. Complice anche il caldo. Non siamo ancora al 100% dobbiamo lavorare sui dettagli, ma il campionato è ancora lungo”. Daniele Rossi, DC dei Giants: “È stata una partita durissima. I Seamen sono forti e completi in tutti i reparti. Contro una squadra del genere non puoi permetterti errori. Noi ne abbiamo commessi 3 fondamentali e siamo stati puniti nonostante i turnover provocati dalla difesa..questi 3 svarioni sono stati determinanti”. Luca Lorandi, DC dei Seamen: “Una partita difficile, condizionata da un caldo improvviso e dominata dalle difese nei primi due quarti. Una prestazione maiuscola della difesa Seamen con una splendida meta di Justin Bell in situazione di goal line nella red zone avversaria. Un grande ritorno dell’attacco Giants nel terzo quarto riapre la partita ma certamente tutto sarebbe stato più facile per i marinai se non avessero subito 5 turnover in attacco (3 fumble e 2 intercetti). A mio avviso un’ottima prestazione del gruppo e dei nuovi acquisti Seamen che fa ben sperare per il prosieguo della stagione. Da domani si prepara la Champions”.

A Ferrara i Grizzlies colgono il loro secondo, importante successo, dopo un match complicato e sofferto, portato a casa dai capitolini con uno stretto 13 a 10. Oltre agli elementi che figuravano già sulla nutrita injuried list dei romani (Carlo Raco, Giacomo Insom e Davide Mingoli), anche il quarterback Ianniello è costretto a dare forfait, così gli Orange improvvisano un Devon Dawson in cabina di regia e nel frattempo in difesa tengono testa all’attacco estense senza concedere big-plays. Nel secondo quarto, però, piove sul bagnato per la squadra ospite che perde anche il suo americano Dawson per infortunio e schiera Giovanni Bianco in posizione di Qb, sfruttando l’efficace gioco di corse messo in piedi da Morea e dal giovane Arca. Le Aquile sbloccano il risultato con un Field Goal ma le loro disattenzioni difensive vengono punite prima da Cinque, pescato in end-zone da un claudicante Dawson e poi nella ripresa da Lolli. In vantaggio per 3 a 13 i capitolini provano a gestire la gara, contro un attacco estense dedito a lanciare per riuscire a riacciuffare il match. Quando Perkins riesce a riportare sotto i padroni di casa, riaprendo la gara e portando le Aquile sul 10 a 13, i Grizzlies riescono a contenere le offensive dei ragazzi di Val Gunn, fino a quando, a soli sei secondi dal termine, il kicker di casa ha l’occasione, con un field goal da notevole distanza, di pareggiare la partita. Così non è. Il calcio fallisce e gli Orange di Claudio Faccini possono festeggiare la loro seconda  affermazione in campionato. Ecco alcuni commenti dei protagonisti: Claudio Faccini, HC dei Grizzlies: “Sapevamo di affrontare questa gara in maniera molto rimaneggiata, ma c’è grande soddisfazione per il nostro team, che non solo ha dimostrato carattere in una situazione di chiara emergenza ma questa vittoria, all’indomani della sconfitta contro Bologna, è riuscita a riportare morale nello spogliatoio. A parte l’infortunio di Dawson, non abbiamo subito ulteriori incrementi dell’injuried list e già dalla prossima settimana rientreranno Mingoli, Raco e Insom svolgendo un allenamento differenziato. Considerando la sconfitta di misura contro i Warriors, sono soddisfatto del nostro girone di andata, abbiamo registrato una crescita tecnica, i ragazzi hanno preso fiducia al gioco IFL e, con il coaching staff, stiamo già lavorando per il girone di ritorno.Cristiano Gramigna, Linemen Coach Grizzlies: “Partita al cardiopalmo..siamo arrivati all’inizio di questa partita con la speranza di poter schierare il nostro qb che si è tolto il gesso dalla caviglia questa settimana, ma l’esito è stato negativo..e quindi abbiamo inventato qb il nostro americano Dawson uscito al primo quarto per infortunio.. allora abbiamo messo in cabina di regia Bianco, portando a termine una partita a mio avviso decisa dalle difese. Onore alle Aquile e anche a noi”.

Luca Correnti – Ufficio Stampa IFL

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in football, News e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...