I Marines sbancano Bologna e si confermano primi della classe

marines a warriors

C’era quella canzone: ” Springtime in september” (La primavera a settembre)… beh il titolo della partita di ieri sera in quel di Bologna potrebbe suonare così : “Wintertime in april ” (L’inverno ad aprile). I biancocelesti montano sul pullman che li porterà in Emilia verso le 13,30 di sabato, baciati da un tiepido sole, maniche corte e Rayban; qualche ora più tardi scendono al Lunetta Gamberini accolti da una pioggia battente, un vento teso e gelido ed una temperatura di poco superiore allo zero. Il campo da gioco, ammorbidito dal precedente incontro di Seconda Divisione fra i locali Seahawks e gli Storm, presenta al centro una pozzanghera larga una decina di metri che scoraggia al solo vederla.

Alle nove si comincia ed i Marines ricevono il pallone e Latini lo riporta fino quasi alla metà campo; parte così un drive pulito, impreziosito da un delizioso screen su Fabrizio, che si conclude con la corsa in meta del quarterback Dodd: 8-0.
Tutti tiriamo un sospiro di sollievo; forse il meteo non impattera’ significativamente la nostra prestazione.
Warriors ben fermati ed i nostri ripartono per il secondo drive che stalla sulle trenta avversarie; da lì in poi 3 intercetti da parte dei bravissimi defensive backs bolognesi, una valanga di penalità accumulate e qualche liscio in difesa e la gara prende una piega fastidiosa. Warriors 12 – Marines 8. Niente sembra funzionare ed il primo tempo si conclude con i nostri che corrono negli spogliatoi in cerca di un po’ di calore e qualche parola di conforto.
In una di quei momenti che rimarranno nella memoria di tutti i presenti, Corey Miller, paraspalle a terra ed indosso solo una succinta t-shirt con le maniche tagliate, nonostante il freddo pungente, radunati i compagni proclama che nessuno segnerà più un punto alla difesa laziale… e basta.
Al rientro in campo, i biancocelesti sono più determinati; nonostante continuino le penalità, l’attacco ricomincia a dare segni di vita anche se ancora a giri ridotti. Dal canto suo, la difesa sale in cattedra, Cerini e Cascio dominano il gioco di corsa sull’esterno e Miller mura al centro. Quest’ultimo confeziona una giocata che pompa adrenalina nei nostri : placcaggio devastante e palla strappata di mano al runningback avversario.
Pochi minuti dopo, Lorenzo Luci, con una bellissima traccia verso l’angolo dell’endzone riporta in vantaggio i laziali. Fabrizio trasforma da due e si va sul 16 a 12 Marines.
I Warriors ci provano e riescono ad arrivare a dieci yards dalla meta, ma ancora una volta i difensori biancocelesti gli sbattono la porta in faccia.
Sul cambio di possesso, l’ennesimo fazzoletto giallo spedisce i nostri a giocarsi un quarto down a ridosso della propria end zone; coach Bedwell ne fa un’altra delle sue e sceglie il safety volontario, concedendo due punti agli avversari, per la possibilità di calciare dalle proprie venti il calcio di allontanamento.
L’azzardo paga, i bolognesi stallano ed il superbo Fabrizio confeziona la giocata offensiva che chiude definitivamente il match : Dodd finge di essere in difficoltà, attirando su di sé i difensori emiliani, per poi lanciare all’ultimo momento utile un perfetto lob per le mani del fullback laziale che, dopo una sgroppata di una quarantina di yards, deposita in meta.
Dodd trasforma e la gara si finisce 24 a 14; i Marines chiudono il girone d’andata imbattuti e dimostrano, se ancora ce ne fosse bisogno, che la strada per il Superbowl del 4 luglio passa da Roma.

ufficio stampa marines lazio

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in football, News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...