Scivolone giuliano per gli Islanders

ISLANDERS at MULI 180415_foto Mattia Radoni

Prima trasferta amara per i blu teal, che sabato 18 aprile sono usciti sconfitti dallo Stadio Ferrini di Trieste, dopo una gara che li aveva visti due volte in vantaggio. Islanders che, come nelle precedenti gare del Girone D, hanno fatto vedere in campo una prestazione nel complesso non negativa, con una difesa che si è dimostrata capace di contenere le folate offensive dei triestini, ma con un attacco che, affidandosi ai singoli, ha evidenziato a tratti, un’ incapacità di sviluppare pericolose trame di gioco. Dopo essere riuscita a ribaltare il risultato in avvio di terzo quarto (da 14-8 a 14-22), ancora una volta, la squadra di coach Annibale, ha pagato l’inesperienza di un roster rinnovato e ringiovanito e alcune disattenzioni in fase offensiva, che hanno di fatto cambiato l’ inerzia del match a favore dei Muli.  A quattro giornate dalla fine della regular season, gli Islanders (in questo momento primi nel girone con Cavaliers e Muli con lo stesso record) dovranno lavorare con attenzione nell’affinare I meccanismi offensivi e difensivi, per poter affrontare le prossime gare con intensità ed intelligenza. Tra sette giorni gli Islanders faranno visita ai Cavaliers Castelfranco e il weekend successivo ospiteranno a Mirano proprio i Muli nel ritorno di un match che si preannuncia infuocato. Due sfide che saranno cruciali nella conquista di punti per l’accesso ai playoff.

La cronaca. Serata ventosa a Trieste, con gli Islanders che, sul sintetico di Piazzale delle Puglie, danno il via alla gara con un kickoff riportato fino alle proprie 20 yard difensive dai triestini. La difesa bluteal entra in campo determinata e nei primi giochi del match inchioda l’attacco dei Muli che vengono costretti a giocare un terzo tentativo e 20 yards. Il lancio risulta incompleto e sul successivo punt , complice il forte vento favorevole, errore sullo snap che scavalca il punter triestino e palla che esce direttamente sul fondo dell’endzone per una safety e primi due punti Islanders. Che non sia serata facile per l’attacco bluteal lo si capisce dal successivo drive, quando  Barbaro e compagni, inanellano una serie di fuorigioco e di passaggi incompleti e resituiscono palla ai Muli, che ne mantengono il possesso fino alla fine del primo quarto. Nel secondo quarto, i giuliani iniziano a sfiancare la difesa veneziana con buone azioni di corsa e di lancio e assestano un uno-due micidiale, prima trovando il TD con un lancio di Zingale per Jankovic per il momentaneo 7-2 e subito dopo con una corsa dalla corta distanza dopo aver intercettato il QB veneziano portando il risultato sul 14-2. Gli Islanders accusano il colpo ma riescono a reagire prima ricoprendo un fumble con Longo e poi trovando la segnatura con un bel lancio di Barbaro per Sportillo. La trasformazione al piede non é buona e dopo un bell’intercetto di Matteo Cester per I bluteal, il primo tempo si chiude sul 14-8 per i Muli.

In avvio di ripresa, gli Islanders rientrano in campo piu´convinti e pur perdendo un fumble con Grassi,  trovano il TD del sorpasso con il piu´classico degli intercetti difensivi: Luca Cester anticipa un pallone sulla flat e si invola solitario per 60 yards fino all´endzone triestina. Calcio buono e Venezia avanti 15-14. Il vento che continua a soffiare sul Ferrini spinge gli Islanders di nuovo in meta, quando ancora un lancio sull´asse Barbaro-Sportillo, viene trattenuto in endzone da quest´ultimo per il 21-14 e con il calcio di Barbaro, il terzo quarto finisce con gli Islanders avanti 22-14. Islanders che sembrano aver trovato le giuste quadrature in campo, ma i Muli si riorganizzano in fretta e mettendo in mostra un collaudato gioco aereo mantengono il possesso del pallone, guadagnano campo e segnano  altri due touchdown prima con una corta corsa di Zingale (20-22) e poi con un bel lancio direttamente in endzone. La trasformazione tra i pali porta il punteggio sul 27-22. Con poco piú di un minuto da giocare, gli Islanders provano inutilmente a guadagnare campo con lancio lunghi ben coperti dalla difesa Muli e un sack su Barbaro al quarto down fa´calare i titoli di coda sul match e sancisce la prima sconfitta del 2015.

I commenti. Unanimi le valutazioni da parte del coaching staff bluteal. “E´ stata una partita intensa, molto fisica e combattuta” le parole di Marco Volpi, allenatore dei ricevitori, “purtroppo qualche ricezione sbagliata ci ha condizionato. Nonostante la sconfitta usciamo a testa alta e pronti per preparare la prossima trasferta.” Continua Andrea Nardo, defensive coordinator “A fine partita abbiamo fatto i complimenti a tutti i ragazzi, perché dopo la prova opaca di Padova sono scesi in campo dando il massimo per portare a casa la vittoria e di questo come allenatori siamo molto contenti. Purtroppo qualche discontinuitá nel gioco offensivo, e qualche disattenzione difensiva, hanno fatto girare l´inerzia della partita dalla loro parte. I Muli sono una squadra fisica e ben organizzata; abbiamo peccato un pó di inesperienza ma la sconfitta, per come é maturata, non deve assolutamente demoralizzarci, ma anzi deve essere stimolo per migliorarsi e preparare al meglio i prossimi due incontri  che, molto probabilmente definiranno le qualificate ai playoff.”

 Ufficio Stampa Islanders – foto Mattia Radoni

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in football, News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...