Crusaders sconfitti dai Cardinals

crusaders_nuovo

Una partita difficile, non affrontata con la giusta grinta. In queste poche parole può essere descritto l’ultimo incontro disputato in casa dai Crusaders. I cagliaritani sono stati sconfitti dai Cardinals Palermo per 33 a 7, ma se nei precedenti incontri la forza e la voglia di vincere dimostrate in campo hanno messo in luce il progetto ad ampio raggio portato avanti dalla società e dal coaching staff, con belle giocate e desiderio di emergere, in questo match la squadra è sembrata priva di grinta. “Non è stata una delle partite più belle che abbiamo giocato – ha evidenziato l’head coach Giuseppe Fiorito siamo entrati in campo quasi rassegnati alla sconfitta, nonostante avessimo davanti un avversario forte ma non imbattibile”. Amaro il commento di Fiorito. “Abbiamo avuto una specie di involuzione rispetto alle partite precedenti – ha detto – di sicuro hanno pesato sia dal punto di vista del gioco che da quello della mentalità le assenze per infortuni. Mancavano tra gli altri Romellini, Ortu, Meloni, assenze che si sono fatte sentire e che forse hanno demotivato la squadra. Ma comunque ci sono stati molti errori difensivi con placcaggi sbagliati e parecchi errori di ricezione”. La società e il coaching staff hanno già ripreso in mano le redini della situazione confrontandosi con i giocatori per analizzare il match e sottoponendoli a ripetuti allenamenti per il prossimo incontro. “Abbiamo già ritrovato le giuste motivazioni – ha sottolineato Fiorito – i ragazzi hanno risposto al meglio. Ci sono stati allenamenti intensi e mirati. La squadra ha capito che con impegno e allenamenti costanti e massicci si può ottenere qualsiasi risultato”. Domenica a mezzogiorno al campo di Monteclaro i Crusaders incontreranno gli Elephants Catania. “Sarà una partita impegnativa – ha detto l’head coach  – incontreremo la squadra più forte del girone che tra le fila annovera giocatori della nazionale. A Catania ci avevano sconfitti per 34 a 6, ci impegneremo per dimostrare la nostra forza”.

Intanto prosegue il progetto della società per diffondere il gioco del football partendo dalle scuole. Mercoledì infatti si è disputato un mini torneo che ha visto confrontarsi due squadre scuola media Colombo e delle superiori Azuni, una delle quali tutta femminile. Proprio il team rosa si è aggiudicato il torneo. “Questa è la dimostrazione che il flag football è uno sport che può essere praticato da tutti – ha commentato Fiorito – i ragazzi si sono divertiti moltissimo”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in football, News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...