I Cavaliers ridimensionano i Muli

cavaliers-muli

Un tratto comune a tutti gli adolescenti è quello di attendere con trepidazione l’esame di maturità per potersi finalmente sentire grandi, sentirsi padroni del proprio destino senza dover giocoforza dipendere da qualcuno o dover assecondare gli obblighi della vita. La partita da dentro e fuori contro i Muli Trieste disputata ieri dai Castelfranco Cavaliers era proprio la prova di maturità per il team castellano, che dopo due stagioni di risultati deludenti aveva per la prima volta nella propria storia l’occasione di staccare il biglietto per i Playoff aggiundicandosi il girone D del campionato nazionale di Seconda Divisione.

Persa la chance di prendersi la qualificazione matematica contro i Saints Padova un paio di settmane fa, i ragazzi di Coach Kim Ewé si erano allenati tutta la settimana sapendo di andare a giocare un incontro nel quale solo la vittoria avrebbe permesso loro di proseguire la stagione nonostante l’ottimo lavoro fatto dall’inizio del campionato: battere i Muli o andare a casa, questo era ben chiaro ai giocatori di Castelfranco Veneto e ai loro numerosi tifosi accorsi a Trieste per spingerli verso questo traguardo. Sotto un sole cocente ed un caldo asfissiante dovuto al terreno in erba sintetica i Cavs dimostrano da subito di avere ben chiaro come esista un solo risultato utile: l’attacco sfrutta l’ormai consolidato asse Andrea Zambon/Mattia Zambon e mischiando qualche corsa al solito Passing Game gli ospiti vanno subito in vantaggio con il Field Goal del 3-0 siglato da Luca Celeghin. I Muli, come da copione, cominciano il loro primo Drive offensivo con una corsa Off Tackle sul loro lato destro ma appena alzano il pallone in aria si chiude su di loro la difesa dei Cavaliers e Dimitri Lago intercetta l’ovale portandolo fino in Endzone per il 10-0 Cavaliers.

Una squadra tosta come Trieste non affonda però nemmeno dopo un 1-2 così rapido e a seguito di un drive offensivo comunque ben limitato dalla difesa castellana, i padroni di casa riescono a togliere l’inerzia all’attacco di Castelfranco grazie ad un Fumble che permette loro di ripartire da un ottima posizione di campo. I triestini, aiutati da un ottima linea d’attacco, cominciano a marciare compatti arrivando a pochissime Yard da un 10-7 che riaprirebbe la partita ma, quando arrivano ad una sola Yard dalla segnatura, è una monumentale giocata di Michele Scudiero a permettere ai Cavs di recuperare il pallone ribadendo l’incredibile abilità a forzare turnover del reparto di Franco Bernardi. Se di solito è stato l’attacco a vincere le partite, il TD di Lago ed il Fumble forzato da Scudiero sono la vera spinta propulsiva per i Cavaliers che dopo un brutto intercetto lanciato da Andrea Zambon ammazzano l’incontro grazie a Michael De Caro e Mattia Pilotto con un azione già entrata nella storia della squadra: un blitz di De Caro infatti colpisce in pieno il QB triestino dando modo al numero 19 di segnare, ad una manciata di minuti dal termine del secondo quarto di gioco, quel 17-0 che di fatto chiude la gara.

Con i Cavaliers saldamente avanti la partita perde un pò spettacolarità perchè i Muli non sembrano voler rischiare infortuni e si trascina sino al 17-9 finale senza grandi sussulti, con i triestini capaci di sfondare grazie un solido gioco di corse e ad una bella Safety ma incapaci di opporsi ad una squadra in missione ed in partita dal primo all’ultimo secondo. E’ così che tra la paura di non arrivare, la voglia di vincere, il desiderio di giocare i Playoff e la soddisfazione per aver finalmente raggiunto un traguardo che sino ad un anno fa sembrava impossibile da centrare, gli ultimi minuti volano per i Cavaliers, per i loro tifosi e per Kim Ewé e tutto il suo Staff, capaci di portare una vera rivoluzione a Castelfranco e di scrivere la pagina più bella nella storia di un team nato poco meno di 7 anni fa. Con il fischio finale arriva la gioia, arrivano gli occhi lucidi di quei senatori che hanno iniziato a giocare in un parco e nonostante abbiano disputato un quarto di finale in CIF9 e vinto una Silver League finalmente riescono ad affermarsi nel Football ad 11, arrivano i complimenti sinceri dei Muli ed arriva il momento di essere felici e guardarsi allo specchio.

Per rendersi conto di aver passato l’esame ed essere pronti a vivere da adulti, per il resto dei giorni. Ora si attende il fine settimana per la definizione e le conferme dai tiebreaks per la post-regular season, dove sembra che i Cavaliers andranno a giocarsi i quarti di finale a Catania, contro gli Elephants, vice-campioni della 2^ Divisione dello scorso anno.

ufficio stampa cavaliers foto samuele mardegan

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in football, News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...