Rhinos-Seamen, semifinale al cardiopalma

rhinos-seamen td fiammenghi - foto semino

Se dovessimo attribuire un titolo cinematografico al derby di semifinale questo sarebbe “Quella splendida ultima meta”. Sì, perchè il touchdown di Jonathan Dally, padre e padrone dell’attacco dei campioni d’Italia in carica, giunto a ribaltare il risultato, come nella miglior pellicola hollywoodiana a 17 secondi del termine del match, non vale soltanto per i Seamen l’accesso al terzo Super Bowl consecutivo, ma resterà per sempre una delle scene più epiche nella storia del football italiano. Se mi concedete, per una volta, una
nota del tutto personale, in 33 anni passati a visionare la palla lunga un piede del Bel Paese, rammento pochi eventi che siano paragonabili a quello vissuto al Vigorelli domenica sera. In un match in cui capita di tutto e nel quale i Marinai cercano in ogni modo di complicarsi la vita, nonostante una certa supremazia manifestata nell’arco dei 48 minuti di gara, parlano i tre sanguinosi turn over che consegnano due mete all’avversario privando al contempo la Milano blue navy di sei punti sicuri, gli uomini di Paolo Mutti si
rivelano squadra vera, coesa e mai doma, che centra l’obiettivo più ambito a un sospiro dal fischio finale.
rhinos-seamen pubblico - foto amiciAvanti in avvio 6 a 0 con un tracciante di Jonathan Dally a spedire in end zone Filippo Fiammenghi, guadagno di 60 yarde in un amen, i Seamen vengono sorpassati nel secondo quarto dal solito TJ Pryor, prima che Dally, una vera furia in questi play off, mandi i tricolori sul 12 a 7 che fissa il punteggio all’half time. Nel secondo tempo i Marinai compiono due volte hara kiri, la prima con un fumble dello stesso Raffaele, uomo in realtà dalle mani ultra sicure nelle restanti occasioni, la seconda ancora con un turn over causato sul successivo punt dei Rhinos da Justin Bell, che omaggia gli avversari di una posizione di campo più che comoda per mettere punti sul tabellone (12-13 grazie a Giacomo Bonanno).

Nell’ultimo quarto di gioco prima ancora Bonanno (20-12), poi Filippo Fiammenghi (20-18) mantengono a stretto contatto le contendenti lanciando la gara verso un finale proibito ai deboli di cuore. Capita così che il drive decisivo, dopo l’ovvio intervento della difesa che impedisce ai Rhinos di stoccare il colpo fatale, capiti tra le mani di Jonathan Dally, mpeccabile come sempre, con la palla posizionata a 3 yarde dalla linea dei sogni, nel
violare la end zone nero arancio mandando in estasi i numerosi fan di fede blue navy (20-25 lo score conclusivo). I Seamen sono ancora una volta al Super Bowl dove troveranno, ovviamente, i Panthers Parma, vincenti non con poco sforzo sui Giants, per gridare al mondo che il titolo corre ancora una volta sulla via Emilia. Il 4 luglio meneghini e ducali si contenderanno il terzo Super Bowl consecutivo. Lo spettacolo al Vigorelli sarà davvero imperdibile.

roberto rizza, ufficio stampa seamen – foto carola semino e alessandro amici

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in football, News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...